La Casa delle Acque


La Casa delle Acque delimita a settentrione il boschetto di cipressi, chiudendo il perimetro storico della cinta muraria del Borgo di Gello. Il piano terreno è completamente dedicato alla zona giorno, organizzata attorno ad una spaziosa cucina con un piano in marmo ed un soggiorno con un grande camino. I due locali sono idealmente prolungati all’esterno da terrazze in cotto, attrezzate con lunghe panche in muratura. La terrazza sui cipressi è dotata di un forno a legna. Al piano superiore la zona notte è suddivisa in due stanze da letto matrimoniali ed in una stanza doppia.


Ci sono inoltre due bagni indipendenti attrezzati con doccia ed una vasca da bagno in muratura.


Un terzo bagno nel sottoscala è dedicato agli ospiti. Tutte le stanze godono di un’unica vista sulla Valdicecina e sui tetti di Gello.


Perché si chiama le Acque?


La sorgente più vicina si trova effettivamente in fondo alla vallata. Un problema particolare per la conservazione dell’architettura rurale del borgo era quello di inserire dei bagni in case dove non erano previsti, e dove le stanze prive di distribuzione comunicavano direttamente una nell’altra. Nel periodo della sua massima occupazione e fino al 1960 tutti gli abitanti di Gello avevano a disposizione un solo wc costruito contro il muro della Scuola. In sintonia con l’architettura radicale degli anni ’60, qualcuno pensò che invece di inserire bagni modificando la distribuzione interna delle case, sarebbe stato possibile e certamente più economico trasferire le necessità sanitarie di un intero borgo in una sola casa, dove tutte le stanze fossero trasformate in bagni. In memoria di questa idea, abbiamo deciso di conservare almeno il nome un po’ altisonante di Casa delle Acque.


La ricostruzione della casa delle Acque


Nel 1962. La sua struttura di muri in pietra era solida, ma i solai in legno erano danneggiati dalle infiltrazioni di acqua del tetto, rimasto per troppo tempo senza manutenzione. Risultò inevitabile demolire completamente la parte fuori terra. Nel 2003 il cantiere di ricostruzione ha completato la demolizione di un tratto rimasto di muratura, di circa tre metri di altezza, corrispondente alle antiche cantine. Un cordolo di fondazione ed un sottofondo ventilato si sono fatti largo tra la roccia di alabastro, per sostenere muri in opera mista di pietra locale di recupero mista e laterizio. Abbiamo impiegato le pietre della vecchia casa, costruendo muri spessi e solidi (50 cm) che ci garantiscono insieme agli intonaci la migliore termoregolazione stagionale. Le case toscane hanno pochi caratteri edilizi semplici, il cui rispetto è fondamentale negli interventi di ricostruzione nel contesto di un borgo storico. Sono stati recuperati architravi e davanzali in pietra di Montecatini, provenienti dalla cava che fino al primo novecento ha servito la più grande miniera di rame europea. Le travi ed i travicelli di castagno sono tuttora in commercio e di facile reperibilità. Non è altrettanto semplice recuperare dei pavimenti in cotto vecchio, senza i quali la casa non sarebbe stata la stessa. Le finestre sono in legno di cipresso recuperato dalle potature dei nostri alberi. Confermati i caratteri edilizi, la casa è stata ridisegnata pensando ad una famiglia con più bambini che vive a diretto contatto con l’esterno. Le dimensioni generose del soggiorno e della cucina consentono comode giornate invernali davanti al camino.

Superficie effettiva

  • piano terra soggiorno mq 33
  • cucina mq 21
  • primo piano stanze da letto di 16 mq, 13 mq e 12,5 mq
Cucina e soggiorno comunicanti Due stanze matrimoniali ed una a due letti Tre cabine armadio Un bagno con doccia ed uno con vasca da bagno in muratura Un terzo bagno per ospiti si trova sotto la scala al piano terreno
  • TV
  • WI-FI gratuito
  • Riscaldamento con termostato regolabile
  • Sedie a sdraio, ombrellone, tavolo e sedute per esterno
  • 7 giorni
  • posti letto 6
  • 1050 euro
  • 7 giorni
  • posti letto 6
  • 840,00 euro

PIANO TERRA

PRIMO PIANO

Condizioni

Soggiorno minimo due notti salvo diversamente indicato.
La casa viene messa a disposizione con una cucina completamente attrezzata ed il necessario corredo di biancheria per la casa, lenzuola, asciugamani e coperte.
I prezzi in Euro prevedono l’utilizzo individuale dell’ intero appartamento per il periodo convenuto e per il numero di persone concordato, e sono comprensivi di tasse la pulizia settimanale con i ricambi della biancheria, i consumi di acqua, e luce. Durante la stagione invernale, il gas per il riscaldamento viene misurato dall’ospite sul contatore al momento dell’arrivo ed addebitato al prezzo di costo documentato in base ai documenti di acquisto del fornitore del combustibile. Approssimativamente il costo è pari a circa €.15,00 al giorno nel mese più freddo.
Per prenotare una delle case è necessario inviare una richiesta compilando il modulo allegato.
La prenotazione sarà confermata da CASEDIGELLO al ricevimento per bonifico bancario di una caparra pari al 30% dell’importo del periodo prescelto. La caparra viene interamente restituita in caso di rinuncia entro 30 giorni dall’inizio del soggiorno. Il saldo viene richiesto al momento della registrazione dopo avere visitato la casa.
La casa sarà messa a disposizione degli ospiti a partire dalle ore 17:00 del giorno di arrivo e deve essere liberata entro le ore 10:00 del giorno della partenza.
Letto aggiuntivo per adulti €.30,00 al giorno. Animali accettati su richiesta